PRODOTTI BIO, I MIGLIORI

Prodotti bio, conoscere i loro benefici

Prodotti bio e cibi bio: che cosa sono, come fare per riconoscerli e cosa si intende quando si parla di alimenti biologici?

Sia la produzione che il consumo di cibi bio ha avuto, negli ultimi anni, un importante incremento in moltissimi paesi in tutto il mondo.
Sono molteplici le motivazioni di questo esponenziale aumento dei consumi, partiamo dalla consapevolezza che non vi sia l’utilizzo di pesticidi, poi il valore nutrizionale è sensibilmente maggiore alle altre tipologie di cibi o prodotti, ma principalmente le persone hanno una maggiore propensione a prestare attenzione alla propria salute,  al proprio benessere, all’ambiente che le circonda ed a quelle tradizioni culinarie tipiche dei territori.

Stiamo assistendo ad un sempre maggiore interessamento verso tutti i prodotti a km 0, alla formazione di gruppi solidali d’acquisto, ai prodotti locali tipici, prodotti DOP (denominazione di origine protetta) e IGP (identificazione geografica protetta).
Qualità e origine degli alimenti sono oggi una priorità del sempre più attento ed informato consumatore.

I prodotti Biologici a quale caratteristiche devono rispondere per essere definiti tali?

  • La loro produzione deve essere svolta senza produrre alcun tipo di inquinamento e senza portare alcuna contaminazione ambientale, quindi niente chimica, come l’utilizzo di conservanti, diserbanti o fertilizzanti vari.
  • Nessun utilizzo di organismi geneticamente modificati, i famosi OGM
  • Utilizzare il terreno di coltivazione in modo sostenibile, non sfruttandolo fino all’ultima goccia
  • Produzione nel rispetto delle stagioni, produco in base ai frutti previsti per la stagione
  • Dare tempo ai terreni utilizzati per produrre di rigenerarsi, quindi ruotare l’utilizzo con vari terreni
  • Essere disponibili a controlli periodici da enti di certificazione riconosciuti

Proprio per le loro caratteristiche distintive, i prodotti biologici vengono considerati all’unanimità, prodotti con un valore aggiunto in termini di riguardo verso l’ambiente e la salute in generale, elevatissimo.

Quali sono i controlli a cui vengono sottoposti gli alimenti e i prodotti bio

Uno degli aspetti più importanti riguardante il mondo dei prodotti bio in generale, riguarda la parte dei controlli e delle certificazioni delle varie produzioni che portano al prodotto biologico.

Questo aspetto fondamentale è ben descritto e dettagliato nella normativa di riferimento ed è una grande garanzia per il consumatore finale.
E’ previsto che il prodotto debba riportare sopra l’etichetta che contrassegna “Agricoltura Biologica” o “Allevamento Biologico-Regime di controllo CEE”.
Il prodotto non è biologico in assenza di tale dicitura.

Inoltre, tale etichetta, è obbligatorio che riporti la data (data di raccolta, data di produzione, data di macellazione), il paese di provenienza tramite una sigla, indicazione dell’ente certificatore sempre tramite una cifra di riferimento, il codice azienda e un altro codice che indica il numero di partita relativa alla produzione.
Infine i prodotti bio non vengono mai confezionati e distribuiti utilizzando contenitori costituiti da materiale sintetico tanto meno in plastica in qualsiasi percentuale o tipo.

Le tre modalità di vigilanza dei prodotti bio

La prima modalità riguarda l’utilizzo di tecnici specializzati e qualificati per i controlli presso le stesse aziende produttrici.

La seconda avviene mediante l’analisi dei vari tipi di campioni di produzione che vengono prelevati.

L’ultimo consiste nel controllo amministrativo, ovvero la verifica dei vari registri di lavoro delle aziende, da quelli relativi all’approvvigionamento a quelli relativi allo scarico della produzione, fino al controllo della stessa metodologia di produzione.

Ma quali sono gli organismi preposti ed autorizzati al controllo dei prodotti bio in Italia?

Tutte le attività inerenti il controllo delle aziende che producono prodotti biologici in Italia, avviene mediante l’utilizzo di organismi indipendenti.

Questo organismi oltre ad effettuare le ispezioni effettuano anche il rilascio delle varie certificazioni nel settore delle produzioni di prodotti bio, certificazioni conformi ai dispositivi indicati nella normativa europea di regolamentazione del settore.

Ogni organismo autorizzato al controllo possiede un numero di riconoscimento fornito dal ministero delle politiche agricole, tale numero, o codice, viene inserito nell’etichetta del prodotto, così da essere visibile al consumatore.

In Italia, gli organismi autorizzati sono i seguenti:

CODEX srl
IMC S.r.l. Istituto Mediterraneo di Certificazione
SUOLO e SALUTE S.r.l.
BIOS S.r.l
ICEA Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale
BioAgriCert srl
Ecocert Italia srl
CCPB srl Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici
BIOZOO srl
SIDEL Cab Spa
ABCERT srl
Q Certificazioni srl
Valoritalia srl
IMO – Institut für Marktökologie
QC&I Gmb

Prodotti bio o non biologici? Dove sono le differenze tra alimenti bio ed i prodotti non bio normalmente consumati?

Quante volte abbiamo letto o ascoltato la citazione “siamo quello che mangiamo”?

Niente di più vero ed azzeccato quando parliamo di alimenti bio.

Il nostro corpo usa tutto quello che ingeriamo per nutrire e costruire se stesso, tutto quello che ingeriamo, si trasforma e diventa in qualche modo parte di noi, si integra.
Dipende, quindi, dalla qualità di quello che mangiamo e inseriamo nel nostro organismo, il nostro benessere fisico e mentale
Ci sono anche opinioni che contestano il fatto che gli alimenti bio siano più nutrienti o “migliori” di quelli non bio, utilizzando magari la non prolifera produzione di testi scientifici a riguardo.

Detto questo però, è bene aver chiaro che si sceglie di utilizzare alimenti bio o più in generale prodotti bio anche per altri aspetti legati alla filiera controllata.
Nutrirsi utilizzando alimenti bio permette di aiutare l’ambiente, conservare le biodiversità e comunque adoperarsi a costruire un futuro miglio per i nostri figli.
Quindi anche se fosse vero che non vi sia differenza nutrizionale tra i prodotti bio e quelli non bio, il fare bene all’ambiente, al mondo ed al prossimo già sarebbe già una motivazione più che sufficiente per giustificare l’utilizzo di alimenti bio.

Ricordiamoci però di controllare sempre l’etichetta e la provenienza dei prodotti biologici che acquistiamo, affinché si possa essere sicuri che rispettino tutte le corrette indicazioni di produzione.

Cibo bio: cosa vuol dire

In generale quando si parla di cibo bio, ed in particolare quando si parla di agricoltura biologica, di cosa stiamo parlando?

Quando parliamo di cibi bio si intende l’insieme di tutti i prodotti provenienti da agricoltura biologia.
Da qui la domanda, cosa si intende per agricoltura bio?

L’agricoltura bio è un metodo di produzione che rispetta sia la salute umana che l’ambiente in cui viene effettuata, non prevedendo l’utilizzo di alcun tipo di prodotto chimico di sintesi o qualsiasi tipologia di organismo geneticamente modificato (OGM).
Le metodiche di riciclo ed il recupero di tutto, sono imperativi nelle aziende bio, inoltre non vengano mai presi in considerazione i pesticidi o gli insetticidi di sintesi (solo naturali), oppure diserbanti.

In sostituzione di quanto sopra detto, vengono utilizzati concimi naturali come il legname o il compost organico.
In sostanza sono biologici tutti quegli alimenti che sono derivanti da metodiche naturali in base a quanto stabilito dal regolamento CEE 2091/91.

Differenze che intercorrono tra agricoltura bio e agricoltura biodinamica

Metodologia della coltivazione biologica

La differenza tra la coltivazione biologica e quella biodinamica stà nelle tecniche usate nella coltivazione.
La coltivazione biologica utilizza tecniche antiche, che sfruttano l’utilizzo di piante officinali con i loro estratti come insetticidi.
Ad esempio piante come l’ortica o la valeriana, vengono macerate e successivamente spruzzate sulle piante, evitando l’infestazione di insetti.

Anche l’utilizzo di alcune tipologie di insetti (detti Pronubi) vengono utilizzati per favorire l’impollinazione dei vari alberi da frutto.
L’attuazione di tutti questi accorgimenti nell’utilizzare solo prodotti derivanti dalla natura fa si che la produzione sia esclusivamente di prodotti bio, in particolare di cibi bio.

Metodologia di coltivazione biodinamica

La coltivazione biodinamica si differenzia dalla coltivazione biologica per due caratteristiche principali.

Pur sempre sposando il principio di utilizzare solo le metodiche della coltivazione bio precedentemente trattata, utilizza dei particolari preparati costituiti da erbe e minerali, che vengono dati alle piante spruzzandoli in superficie.

Inoltre il lavoro della coltivazione biodinamica viene svolto seguendo i cicli lunari, sia per quanto riguarda la semina che per i lavori nel campo.

Che cos’è la cosmesi ecobio?

Sostanzialmente all’interno della categoria dei prodotti di cosmesi ecobio, troviamo tutti quei cosmetici preparati con ingredienti che derivano dagli estratti vegetali ed immessi sul mercato in maniera “etica”. Stando quindi attenti ha creare le confezioni di vendita, ad esempio, con materiale riciclabili.

Come scegliere prodotti di cosmesi ecobio?

Nel momento dell’acquisto, rivolgersi ad affermati e famosi marchi della fitoscomesi per scegliere i prodotti di cosmesi ecobio da usare è sicuramente un buon modo di muoversi, ma sarà necessario avere un portafoglio bello pieno ed importante per affrontare la spesa!!. Per essere sicuri di acquistare e utilizzare un prodotto che ha a cuore le persone e l’ambiente, è bene innanzitutto conoscere gli ingredienti  con cui è fatto, e la quantità e tipologia di ingredienti di sintesi.
Attenzione, non devono essere presenti derivati da petrolio, siliconi, tipologie varie di inquinanti o ingredienti che possano portare ad allergie.
Detto questo iniziamo a capirci qualcosa di più per poter cercare valide alternative ai blasonati (anche meritatamente, ci mancherebbe…) marchi della cosmesi naturale.
In particolare, dopo avere fatto una panoramica delle macro categorie di prodotti cosmetici naturali, vediamo come e dove trovare questi prodotti a prezzi più accessibili pur mantenendo un elevato standard di qualità e purezza.
Niente di trascendentale, non è che invento l’acqua calda con questo articolo, semplicemente il metodo per avere prodotti cosmetici naturali di qualità e ad un prezzo più basso è quello di acquistarli direttamente dal produttore, ed on line.

Cosmesi ecobio per il viso

Quando si parla di cosmetici naturali per il viso troviamo varie tipologie di prodotti, in quanto questa parte del corpo è una tra quelle più esposte a stress e quindi ha bisogno di ricevere una cura in modi diversi.
Pensiamo ai prodotti per uso quotidiano, come la crema viso di varie consistenze o detergenti vari.
Oppure a prodotti, più intensivi, che vengono applicati una volta a settimana, o mensilmente, magari dopo una pulizia del viso.
Ormai nei prodotti che rientrano in questa categoria possiamo trovare molti principi attivi derivanti da frutta, semi o altro, che contengono vitamine e antiossidanti, di cui la nostra pelle ha un gran bisogno.

Cosmesi ecobio per il corpo

I cosmetici naturali per il corpo rappresentano una valida alternativa per chi ha problemi di pelle e intolleranze, in virtù della loro formulazione ricca di estratti di origine vegetale e priva di elementi chimici di sintesi che possono scatenare allergie e irritazioni. Tra i vari prodotti ci sono creme, oli e gel idratanti, nutrienti, curativi e restitutivi, oltre a saponi, bagnoschiuma, shampoo e trattamenti per i capelli. Inoltre, all’interno della categoria è possibile trovare anche detergenti intimi, deodoranti e solari.
I cosmetici naturali per il copro sono una buona soluzione per le persone che soffrono di allergie o in generale di problemi dermatologici.
Risultano essere una buona alternativa perché essendo di origine vegetale non hanno derivanti chimici che possono dare vita ad allergie.
In questa categoria oltre a trovare le creme, gli oli, ecc…..possiamo far rientrare anche i detergenti intimi e i deodoranti, così come le creme protettive solari.

Cosmesi ecobio per la cellulite

I cosmetici naturali per la cellulite sono tutti quei prodotti naturali come le varie lozioni più o meno concentrate, creme più o meno “pastose”, gommage, ecc….che vanno a contrastare la ritenzione idrica insieme ai famosi accumuli adiposi, sfruttando i principi naturali di cui abbiamo precedentemente parlato.
In questa categoria rientrano anche le famose “Alghe” di vario genere che attivano il metabolismo dei grassi di riserva e agiscono sciogliendo il grasso in eccesso.

Quali sono i migliori prodotti della cosmesi ecobio che si trovano sul web?

Come avevo spiegato all’inizio del paragrafo, scegliere un prodotto cosmetico naturale rivolgendo la nostra attenzione verso i marchi più famosi è un buon modo per trovare la qualità, ma il portafoglio subisce, inevitabilmente, un terremoto di alta scala!

Quindi cosa fare? Semplicemente andare ad acquistare un prodotto di qualità direttamente  on line, per abbattere, così, decisamente il prezzo, ma al contempo ottenendo una qualità top di gamma.